Individuare la sezione di proprio interesse scorrendo la pagina

Edilizia residenziale pubblica sovvenzionata

Bandi di concorso

L'accesso ad un alloggio di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata è condizionato alla presentazione di una domanda all'ATER competente per territorio. Per poter presentare domanda gli interessati devono attendere che venga pubblicato apposito bando della durata di almeno 60 giorni all'albo comunale, presso la sede dell'ATER, nel sito internet dell'ATER e della Regione. Al di fuori dei bandi di concorso possono presentare domanda, solo gli anziani ultrasessantacinquenni e coloro che sono stati colpiti da un provvedimento esecutivo di rilascio dell'alloggio (non per morosità o inadempienze contrattuali).

 

Bandi attualmente aperti

Ricerca in base al comune di interesse


Domanda
La domanda si presenta esclusivamente su modulo predisposto dall'ATER competente per territorio che contiene una serie di domande alle quali il richiedente deve rispondere in modo preciso e veritiero. La compilazione del modulo costituisce dichiarazione sostitutiva di certificazioni e di stati, fatti e qualità personali proprie e dei familiari. Eventuali attestazioni false sono penalmente perseguibili.

 
Requisiti
Gli aspiranti inquilini delle ATER devono possedere i seguenti requisiti:

  1. essere residenti nel territorio della Regione Friuli Venezia Giulia da almeno 24 mesi;

  2. avere cittadinanza italiana o di uno stato membro della Unione europea ovvero, nel caso di cittadini extracomunitari, soddisfare i requisiti previsti dalla vigente legislazione concernente la disciplina dell'immigrazione e le norme sulla condizione dello straniero;

  3. essere residenti, ovvero prestare attività lavorativa nel Comune cui si riferisce il bando. I nuclei familiari residenti in Regione, con presenza di soggetti disabili, di cui all'art.3 comma 3 della L.104/92, possono accedere ai bandi su tutto il territorio regionale;

  4. non essere proprietari né usufruttuari di altra abitazione, ubicata sul territorio nazionale, adeguata a soddisfare le esigenze familiari;

  5. non superare i limiti di reddito previsti dalla vigente normativa. Non può concorrere né ottenere l'assegnazione di alloggi di edilizia sovvenzionata chi è già inquilino di un altro alloggio di edilizia sovvenzionata.

   

Casi di esclusione
L’assegnatario di alloggio di edilizia sovvenzionata, che sia stato interessato da provvedimento esecutivo di rilascio motivato da inadempienza contrattuale o da violazione di legge o regolamento, è escluso da qualsiasi intervento di edilizia sovvenzionata per un periodo di tre anni.

Edilizia residenziale pubblica convenzionata

L’ATER può realizzare interventi diretti alla costruzione o all’acquisto o al recupero di alloggi da destinare alla vendita o all’assegnazione in locazione destinati alla generalità dei cittadini le cui condizioni economiche non consentano di accedere agevolmente ad una locazione sul libero mercato o che superano i parametri previsti per l’accesso agli alloggi di edilizia sovvenzionata. Tali interventi sono attuati, oltre che dalle ATER, anche dalle cooperative edilizie e dalle imprese.

 

I cittadini interessati ad ottenere la locazione di un alloggio di edilizia convenzionata dall'ATER devono presentare domanda in occasione della pubblicazione dei bandi di concorso per l’assegnazione degli alloggi (nuovi o di risulta) che si renderanno disponibili. I requisiti per la partecipazione sono contenuti nel bando di concorso.
Il bando prevede la formazione di una graduatoria sulla base di punteggi attribuiti in ragione delle condizioni economiche e sociali del nucleo familiare del soggetto richiedente e documentate da quest’ultimo (I.S.E.E.), con la priorità ai nuclei in condizione di debolezza sociale o economica, come gli anziani, le giovani coppie, i disabili, la famiglie in stato di bisogno, le famiglie monoreddito, gli sfrattati, etc. 

 

Bandi pubblicati dall'ATER

Ricerca in base al comune di interesse

 

Edilizia residenziale pubblica a canone concordato/calmierato